La storia di Nemirio è una storia come tante.

Lo ha incontrato, tornando la sera da lavoro circa 6 anni fa , mia sorella in mezzo alla strada, magrissimo con una gamba rotta, un orecchio tagliato ed il moccio al naso. Lo ha subito accompagnato a casa dei miei genitori dove vive ancora dopo averlo definitivamente adottato.

Appena arrivata mi ha telefonato e io sono subito corsa a vederlo. Piccinino!! Quella sera ci ha fatto piangere tutti. Il giorno dopo lo abbiamo portato dal dottore il quale ci disse la presumibile età, che era stato denutrito, picchiato e poi abbandonato al suo destino.

Per un po’ Nemirio è stato molto diffidente con noi, non si avvicinava ,mangiava e parlava pochissimo, poi a mano a mano che il tempo passava si faceva sempre più socievole e allegro, tanto da cominciare anche a dare i baci. Lo avevo abituato a portarlo fuori sicchè quando arrivavo a casa e mi diceva che voleva uscire e io ce lo portavo sempre. Quando poi lo salutavo lui mi dava sempre un bacino.

Infatti per questi suoi progressi e per l’atteggiamento che tiene, Nemirio non si chiama più solo così: decidemmo allora di attribuirgli un titolo nobiliare che lo contraddistinguesse per quello che effettivamente rappresenta e cioè NEMIRIO CIRILLO PRINCIPINO PUCINI BELISSIMI DELL’AMORE TOPO GIGI NELSON detto Pucino , proprio come si confà ad un aristocratico.

E lui , accorto di questo aumento di grado, infatti si comporta di conseguenza. Si vede che sente una certa responsabilità.

Nemirio C.P.P.B.D.A.T.G.N. è un vero padrone di casa: avvisa sempre se arriva qualcuno, va ad aprire la porta, saluta e accompagna. E dopo tutto questo lavoro si riposa sul suo trono : pensare che mia mamma ha fatto addirittura rivestire a nuovo la poltrona per lui.

Inoltre dopo il riconoscimento cha ha ottenuto ha deciso di smettere di bere dal comune bicchiere, e beve solo acqua fresca direttamente dalla “fonte”. Non c’è niente da dire, è un vero signore!!

Si è comportato da signore anche quando è stato sul punto di morire dopo le cure sbagliate di un medicastro che gli vergò una dose troppo massicia di cortisone per curare una bolle che aveva su un labbrino. Praticamente il cortisone gli faceva andare in cancrena i tessuti e sarebbe morto.

Fu completamente rapato da questo fachiro maledetto , dalla testa ai piedi!!

Allora gli costruimmo su misura un vestitino, “modello Valentino”, che gli copriva tutto il corpicino e da li’ anche altri che gli cambiavamo spesso per evitare l’infezione.

Intanto la nuova dottoressa, Cinzia che non finiremo mai di ringraziare, ce lo ha rimesso a posto e ci ha detto anche che lui è unico perché nessuno avrebbe sopportato di portare un vestito in quelle condizioni!!

Adesso sta bene, è contento e bellissimo e io gli voglio un bene che non posso descrivere a parole, ma solo a gesti. E lui se ne approfitta un po’ …. Nessuno di noi gli dice di no quindi …. Fa anche un po’ come gli pare.

La storia di NEMIRIO CIRILLO PRINCIPINO PUCINI BELISSIMI DELL’AMORE TOPO GIGI NELSON detto PUCINO si conclude qui per ora, ma mi riservo di aggiornarvi nel caso ci fossero novità.

Ah, dimenticavo: NEMIRIO è un gattino …. Ma forse l’avevate già capito!!!

Ciao Nicoletta

05-10-05_1922.jpg